La scorsa settimana Radix e Schlund Technologies GmbH hanno inviato delle lettere all’ICANN, chiedendo di rinviare un’asta per .web, prevista per il 27 luglio. Le due aziende sono preoccupate che il candidato Nu Dot Co sia controllato da (o faccia offerte per conto di) un altro soggetto.

Kevin Murphy ipotizza che Verisign o Neustar potrebbero star finanziando l’offerta di Nu Dot Co. (Nu Dot Co è stata creata da Juan Diego Calle di .co.)

ICANN ha negato la richiesta di ritardare l’asta.

Ora Radix e Donuts (altro candidato per .web) hanno presentato una richiesta di riconsiderazione (pdf) all’ICANN, chiedendo che l’asta sia rimandata.

Web.biz invece è stato venduto su Sedo per 19.200 dollari.