Sembra che tutti stiano parlando di nomi di dominio questa settimana: il New York Times ha pubblicato una storia su Google e la nuova azienda Alphabet. La storia mette in evidenza le preoccupazioni di altre piccole imprese con “alfabeto” come marchio: si chiedono, infatti, come questo li interesserà, se ci sarà un’azione legale contro Big G, e un collaboratore ha chiesto ad alta voce: “Chi ha intenzione di citare in giudizio Google?

Naturalmente vi è una grande azienda con un interesse in questo affare: si tratta di BMW Motor Germania, che possiede il nome di dominio Alphabet.com. E un portavoce di BMW ha esplicitamente detto che non stanno vendendo il nome di dominio, o per lo meno che l’azienda non ha intenzione di farlo adesso. Google può essere convincente se vuole, ed offrire un sacco di soldi alla casa automobilistica.

Dall’articolo:

In BMW, Alphabet è il nome di una società controllata che fornisce servizi a società con flotte di veicoli. Un portavoce di BMW ha detto martedì che la casa automobilistica non è stata informata in anticipo dei piani di Mr. Page e Mr. Brin di creare una società chiamata Alphabet, e non ha ricevuto nessuna offerta di acquisto sul dominio Internet o sul marchio.

“Non abbiamo in programma di vendere il dominio”, ha detto Micaela Sandstede, un portavoce di BMW a Monaco di Baviera. Ed ha descritto il sito come una parte “molto attiva” del business di Alphabet.