Due mesi dopo il lancio della versione Beta, il nuovo servizio da registrar di Google, Google Domains, viene mostrato come il primo risultato organico della ricerca di Google per il termine “domains”, prendendo il posto di registrar come Godaddy.co, Network Solutions.com , 1and1.com, NameCheap.com e Domain.com.

Google Domains è anche nel listato organico della ricerca, al secondo posto sotto il termine “domain registrar“, al quarto per il termine “domains” e sesto per il termine “domain registrars“, non male (tutto sommato) per un sito lanciato appena due mesi fa.

L’indirizzo attuale dal quale raggiungere la piattaforma da registrar di Google è https://domains.google.com, anche se Google possiede il doinio GoogleDomains.com ed il nuovo gTLD Google.Domains.

GoogleDomains.com attualmente rimanda al sotto-dominio utilizzato per il servizio da registrar, ma il nome di dominio Google.Domains al momento non è nemmeno inoltrato sul sito, nonostante sia sui server di Google.

Naturalmente il punto è che nessun altro motore di ricerca mette Google Domains in classifica  e praticamente chiunque abbia fatto del SEO o abbia avuto un sito web potrebbe dire che è piuttosto insolito che un sito web con solo due mesi di vita si classifichi al nella prima pagina della ricerca di Google per ogni termine, e divenga addirittura il primo posto nella ricerca. C’è anche da evidenziare che la pagina dei risultati della ricerca per il termine “domains” è pieno di annunci, sia sotto la barra di ricerca, sia sulla parte destra della pagina, facendovi comprendere quanto sia alta la competizione, per i registrar di domini, per ottenere la prima pagina nei risultati di ricerca.