Interbrand, apparentemente su mandato di Verisign, ha rilasciato una infografica che mostra i risultati di un sondaggio su 1.000 persone relativamente al potere dei domini .com.

Il sondaggio mostra che gli utenti fanno clic su nomi di dominio che terminano in .com in maniera maggiore rispetto a quelli che terminano con i nuovi gTLD. Ai consumatori che hanno fatto parte della ricerca sono stati mostrati i risultati di una ricerca in cui comparivano indirizzi web simili ma diverse estensioni di dominio. Quando il nuovo TLD è stato visualizzato per primo, il 61% dei partecipanti cliccava comunque sull’indirizzo .com indicato sotto.

Anche se è solo un sondaggio, uno studio precedente svolto da GlobeRunner ha dimostrato che le persone, davanti ad un annuncio AdWords cliccano più agevolmente su un dominio .com piuttosto che su un nuovo TLD. Alcune analisi più approfondite potrebbero essere fatte, confrontando ad esempio i tassi di click di domini specifici contro quelli generici.

Il sondaggio di Interbrand ha anche mostrato che, dopo aver visto un sito raccomandato con un nuovo dominio di primo livello, l’81% in seguito lo considerava come se fosse stato un indirizzo .com. L’indagine rileva che un’azienda rischia di perdere del traffico Web se usa una estensione differente da .com.