Grandi numeri dalle perdite nel 2014, ma le entrate delle registrazioni di Minds+Machines sono in crescita.

Minds + Machines in queste ore ha pubblicato alcuni dati preliminari del proprio bilancio nel 2014. E i dati possono esser riassunti dicendo: abbiamo speso un sacco di soldi a causa di aste perdute, ma le registrazioni di domini hanno preso piede verso la fine dell’anno.

Ecco alcuni punti salienti:

Aste – Minds + Machines ha incassato 36 milioni dollari per 21 aste private dei nuovi nomi di dominio di primo livello dello scorso anno; ha speso 25,9 milioni dollari per acquistare 6 domini contestati.

Registrazioni – 3,7 milioni di dollari di fatturato dalle registrazioni durante gli ultimi quattro mesi dell’anno, grazie al roll-out di dieci domini in disponibilità generale. Che portano a ben 107.000 registrazioni, il 10% dei quali a nome della società. Nel 2015, fino ad ora, l’azienda ha aggiunto 20.000 registrazioni, incrementate dalla disponibilità generale di .YOGA, .WORK e .CASA (questi ultimi due avevano prezzi all’ingrosso molto bassi, spingendo così alla registrazione).

Pipeline – 5 domini di primo livello sono entrati nel periodo di sunrise quest’anno (.FASHION, .FIT, .GARDEN, .NRW, e .WEDDING).

Stato patrimoniale – La società ha quasi 50 milioni di dollari di liquidità in banca.