Una assemblea WIPO di tre persone ha preso una decisione per la procedura UDRP sul dominio Photo.com, ceduto per 1,25 milioni di dollari. Il denunciante possiede Foto.com, ma c’è molto di più nella storia di cui parlare, che non una semplice UDRP aperta da una società per riprendersi il proprio nome di dominio.

Secondo i membri di Fotocom Limited Company:

Il ricorrente sostiene che il resistente è effettivamente controllato o influenzato dal suo ex Amministratore Delegato (di seguito “Panos”). Secondo la denuncia, Panos era CEO del ricorrente dal 2005 fino al 2011, e si sostiene che nel 2010 Panos ha lanciato un'”attività concorrente” sotto il nome di “Photo.com.” E’ stato inoltre affermato che nel 2010, Panos, in vece di amministratore delegato, abbia assunto uno studio legale del Regno Unito per perseguire l’acquisizione del nome di dominio photo.com da un broker di domini. Il ricorrente sostiene che Panos stava in realtà segretamente facendo offerte contro la propria azienda e che, nel febbraio 2010, il nome di dominio sia stato venduto per 1.250.000 dollari a una società, XXLpix Limited, controllata da Panos. Il denunciante sostiene anche che il prezzo di acquisto per il Domain Name Panos surrettiziamente acquisito è stato effettivamente finanziato dal denaro del ricorrente, attraverso la “diversione illegale” dei fondi di società “off-shore attraverso meccanismi illegali.”

Se così fosse, il proprietario attuale del nome dominio afferma di non aver nulla a che fare con tale acquisto. La Società Fotografia motiondrive AG dice di aver acquisito il nome di dominio tramite il broker di domini DomainHoldings a oltre 1 milione di euro nel 2012.

Sembra che Photo.com sia stato venduto per oltre un milione di dollari per due volte negli ultimi cinque anni.

Motiondrive AG sostiene che Fotocom sia impegnata in “una crociata delirante“; dal canto suo, Fotocom crede che Panos sia ancora il proprietario del nome a dominio.

L’assemblea WIPO ha comunque rigettato il reclamo. Anche se le accuse di FOTOCOM dovessero esser vere, non sono il tipo di problema da far valutare alle assemblee che si occupano di UDRP.